Stati Uniti accusano Oms: “Cina li ha aiutati a scrivere il rapporto sulle origini del Covid”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Marzo 2021 18:22 | Ultimo aggiornamento: 29 Marzo 2021 18:54
Stati Uniti accusano Oms: "Cina li ha aiutati a scrivere il rapporto sulle origini Covid"

Stati Uniti accusano Oms: “Cina li ha aiutati a scrivere il rapporto sulle origini del Covid” (foto Ansa)

Stati Uniti accusano Oms:Cina li ha aiutati a scrivere il rapporto sulle origini del Covid“. Gli Stati Uniti “sono seriamente preoccupati sulla metodologia e sul processo” con cui si sta elaborando il rapporto dell’Oms sulle origini del Covid, e una delle preoccupazioni è che il governo cinese “apparentemente ha aiutato a scriverlo”.

Lo ha detto nel corso di una intervista televisiva il segretario di stato americano Antony Blinken.  

Stati Uniti, Blinken ha parlato anche dalla Siria: “O facciamo qualcosa, o ci dobbiamo vergognare”

“Siamo seduti qui e rappresentiamo i nostri paesi, ma come e’ possibile che non troviamo nel nostro cuore il modo per adottare azioni significative. Penso ai miei figli quando penso ai bambini siriani.

Dobbiamo trovare il modo per fare qualcosa, e dobbiamo vergognarci  se non lo facciamo”.

Lo ha detto il segretario di stato Usa, Anthony Blinken, presiedendo una riunione virtuale del Consiglio di Sicurezza Onu sulla Siria.

Siria, la situazione è drammatica: due siriani su tre hanno bisogno di assistenza umanitaria

Il titolare di Foggy Bottom ha poi ricordato che due siriani su tre hanno bisogno di assistenza umanitaria e 2,4 milioni persone in Siria sono in una situazione di insicurezza alimentare.

Blinken ha ribadito il sostegno degli Stati Uniti al popolo siriano, per un cessate il fuoco a livello nazionale e per l’accesso senza ostacoli che consenta agli operatori umanitari di raggiungere le comunità vulnerabili in tutto il paese.

In particolare ha chiesto il rinnovo delle operazioni di aiuto umanitario transfrontaliere. A dicembre Russia e Cina hanno messo il veto ad una risoluzione del Consiglio di Sicurezza sul rinnovo di tali operazioni.