Cronaca Mondo

Archeologia. Statua bronzea dio greco Apollo di 2.500 anni fa ritrovata a Gaza

La statua di Apollo

La statua di Apollo

ISRAELE, TEL AVIV – Nella Striscia di Gaza si nascondeva un tesoro archeologico straordinario: una statua bronzea del dio greco Apollo datata tra i 1.800 e i 2.500 anni fa. La statua del peso di 500 chili – riportano i media – sarebbe stata trovata in mare da un pescatore locale. Tuttavia alcuni archeologi internazionali, che hanno potuto vedere foto e video, propendono per un ritrovamento sulla terra viste le ottime condizioni della statua e le poche incrostazioni e i minimi danni riscontrabili sull’opera.

Ora, da quando la scoperta e’ stata effettuata – nel frattempo la statua, aggiungono i media, sarebbe stata messa anche in vendita su Ebay per 500 mila dollari, somma di gran lunga inferiore al valore stimato, che subito dopo ha ritirato l’avviso – per la prima volta il governo di Hamas ha fatto sapere che essa si trova al sicuro in un ufficio del ministero dell’interno. ”Lasciamo le porte aperte alla cooperazione con ogni governo”, ha detto Muhammad Ismael Khillah, sottosegretario del ministero del turismo e della antichita’ di Gaza.

Ha aggiunto citato da Haaretz, che il Louvre avrebbe mostrato interesse per la statua – e che una pubblica esibizione della statua nella Striscia e’ possibile. Anche se l’esposizione dei genitali dell’Apollo potrebbe violare le regole sulla modestia dell’islamica Hamas. ”Deve essere coperta – ha spiegato Khillah – in certe parti”.

Jean-Michel de Tarragon, storica presso la French Biblical and Archeological School of Jerusalem ha dichiarato che la statua del dio è senza prezzo, come se qualcuno volesse sapere il valore de La Gioconda di Leonardo Da Vinci.

To Top