Steven Spielberg, la figlia Mikaela arrestata con l’accusa di violenza domestica

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Marzo 2020 12:28 | Ultimo aggiornamento: 1 Marzo 2020 12:28
Steven Spielberg, Ansa

Steven Spielberg, la figlia Mikaela arrestata con l’accusa di violenza domestica (foto Ansa)

ROMA – La figlia di Steven Spielberg Mikaela è stata arrestata con l’accusa di violenza domestica.

Spielberg è stata portata in un centro di detenzione di Nashville e trattenuta per 12 ore.

Il fidanzato della giovane, Chuck Pankow, ha raccontato a Fox News che si è trattato di “un malinteso e che nessuno è rimasto ferito”.

Mikaela è nata il 28 febbraio del 1996 ed è stata adottata da Spielberg e da Capshaw quand’era una bambina. Solo qualche giorno fa si era molto parlato di Mikaela per via della sua scelta di iniziare una carriera nei film a luci rosse.

La ragazza, 23 anni, in un’intervista al The Sun ha detto che ha già iniziato a produrre filmati a luci rosse in proprio tuttavia ha specificato che non farà ses** con nessuno per rispetto del suo fidanzato. Aspira anche ad un ingaggio come strip-dancer e di riuscire ad avere una licenza da spogliarellista.

“A lungo – aveva raccontato – mi sono sentita dire che devo odiare il mio corpo, e sono stufa anche di non essere in grado di capitalizzarlo. Fino ad oggi ho fatto solo lavori che non davano alcuna soddisfazione alla mia anima. Ora, con questo lavoro, potrò soddisfare altre persone ma soprattutto lo farò in un modo che non mi farà sentire violata. Non posso continuare a dipendere dai miei genitori o anche dallo Stato. Nulla di sbagliato in questo, semplicemente non mi sento a mio agio con me stessa”. 

Fonte: Ansa, The Sun, Page Six, Fox News.