Strage di civili in Somalia, Shabaab: “Attaccheremo capitali di Uganda e Burundi”

Pubblicato il 23 Ottobre 2009 13:52 | Ultimo aggiornamento: 23 Ottobre 2009 14:25

somaliaGli integralisti di al Shabaab, ritenuti il braccio di al Qaida in Somalia, hanno annunciato che attaccheranno le capitali di Uganda e Burundi, come vendetta per la strage di civili avvenuta giovedì a Mogadiscio. “Faremo piangere la loro gente. Attaccheremo Bujumbura e Kampala. Porteremo lo scontro in quelle città, che distruggeremo”, ha dichiarato un comandante degli Shabaab, Sheikh Ali Mohamed Hussein.

Giovedì, in uno scambio di colpi di artiglieria tra gli integralisti e i peacekeeper panafricani (Amisom) a Mogadiscio, sono rimasti uccisi almeno 30 civili. Gli Shabaab accusano i peacekeeper di Uganda e Burundi della responsabilità della strage.