Strage Mecca. Iran annuncia azione legale contro Riad

Pubblicato il 26 Settembre 2015 18:49 | Ultimo aggiornamento: 26 Settembre 2015 18:49
La strage a La Mecca

La strage a La Mecca

IRAN, TEHERAN – L’Iran ha annunciato che lancerà un’azione legale presso le corti internazionali contro la monarchia saudita per la strage alla Mecca di giovedì, in cui sono morti almeno 769 pellegrini fra cui 136 iraniani, mentre è stato convocato per la terza volta l’incaricato d’affari saudita a Teheran.

Il procuratore di stato, Ebrahim Raisi, ha annunciato in tv l’azione legale contro i governanti sauditi.. Per il magistrato – citato dalla Ap – si tratterebbe infatti di un vero crimine, dato che le autorità saudite avrebbero bloccato una strada percorsa dai pellegrini per permettere a un convoglio reale di passarci. Fra i dispersi iraniani vi sarebbero anche un ex ambasciatore in Libano, due giornalisti della tv di stato e un noto analista politico.

Il ministero degli esteri iraniano ha intanto convocato per la terza volta l’incaricato d’affari saudita per suggerirgli come accelerare l’identificazione dei pellegrini iraniani dispersi nella calca che ha ucciso i fedeli. Si calcola che i dispersi siano oltre 350.

Intanto il presidente iraniano Hassan Rohani ha chiesto da New York una veloce indagine sulle cause dell’incidente, l’ultimo di una serie negli ultimi 25 anni alla Mecca, e che segue di pochi giorni quello che ha ucciso, per il crollo di una gru sulla Grande Moschea, oltre novanta persone.