Strappava le unghie ai pazienti: arrestata in Giappone

Pubblicato il 8 Dicembre 2011 10:12 | Ultimo aggiornamento: 8 Dicembre 2011 10:16

TOKYO – Una aiuto-inserviente giapponese e' stata condannata a tre anni di carcere per aver strappato le unghie di quattro pazienti in una clinica di Kyoto. La donna era gia' stata condannata nel 2006 per lo stesso crimine.

Alla donna, Akemi Sato di 38 anni, non e' stato riconosciuto lo stato di semi-infermita' mentale proprio perche' i giudici la considerano recidiva. La gran parte delle sue vittime sono dei novantenni.

Nel 2006 era stata condannata a 3 anni e 8 mesi di carcerei per aver strappato le unghie di sei pazienti in un'altra clinica: il direttore della clinica dove era stata riassunta ha affermato che la donna aveva mentito sul suo passato, non rivelando la vicenda della condanna.