Studio Usa: "I figli dei gay hanno più problemi"

Pubblicato il 11 Giugno 2012 21:37 | Ultimo aggiornamento: 11 Giugno 2012 21:39

WASHINGTON – Un nuovo studio americano sostiene che i figli adulti di genitori che hanno relazioni gay hanno maggiori problemi di integrazione sociale, psicologici e finanziari dei ragazzi che provengono dalle famiglie tradizionali. L'indagine condotta dall'universita' del Texas su un campione di oltre 3.000 adulti sta scatenando furiose polemiche e viene accusata di imprecisione, in particolare in quanto non avrebbe seguito i ragazzi cresciuti da genitori omosessuali in una relazione stabile.

Il rapporto e' basato su una serie di questionari a cui hanno risposto i tremila volontari e viene considerato il piu' vasto in materia: tra i partecipanti che hanno affermato di avere avuto un genitore impegnato in una relazione gay, i ricercatori hanno osservato situazioni di vita piu' difficili e decisamente peggiori che tra i figli di coppie eterosessuali.

"Non sto assolutamente sostenendo che gay e lesbiche siano cattivi genitori – ha dichiarato l'autore, Mark Regnerus – lo studio dimostra solo che ci sono forti differenze tra questi adulti a seconda dell'orientamento sessuale dei genitori". Pubblicata sulla rivista "Social Science Research", la ricerca viene accusata di non rappresentare la realta' attuale: "L'indagine fotografa una storia passata – ha detto la psichiatra infantile Jenna Saul – basti pensare che la piu' giovane persona inclusa nello studio ha 19 anni ossia e' cresciuta in un'epoca in cui non c'era sostegno e accettazione per le coppie e i genitori gay".