Sud Sudan: attacco delle milizie nella città petrolifera di Malakal

Pubblicato il 12 Marzo 2011 9:09 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2011 9:24

JUBA (SUDAN) – Milizie hanno attaccato la citta’ petrolifera di Malakal, capitale dello stato dell’Alto Nilo, nel Sud Sudan, causando un numero imprecisato di vittime. Lo riferisce l’esercito del sud, Esercito di liberazione popolare del Sudan. “Combattimento sono in corso a Malakal. Milizie son entrate nella citta’. Hanno compiuto un raid nella notte”, ha detto il portavoce dell’esercito del sud Philip Aguer.

L’attacco alla capitale del sud Sudan e’ segna un’escalation di violenza tra l’esercito del sud e le milizie. Secondo il portavoce dell’esercito, l’attacco di oggi e’ stato portato avanti dalla milizia guidata dal generale George Athor, ex membro dell’Esercito di liberazione popolare del Sudan entrato in conflitto con l’establishment del Sud. Lo scorso gennaio, il Sud Sudan ha votato sì all’indipendenza con una schiacciante maggioranza del 98,83% in un referendum previsto dai trattati di pace fra Nord e Sud raggiunta nel 2005. L’atto di secessione e’ previsto il 9 luglio.