Sudafrica festeggia elezioni che 20 anni fa eliminarono apartheid

Pubblicato il 28 Aprile 2014 19:58 | Ultimo aggiornamento: 28 Aprile 2014 19:58
Nelson Mandela liberatore del Sudafrica dall' apartheid

Nelson Mandela liberatore del Sudafrica dall’ apartheid

SUDAFRICA,  PRETORIA –  Il Sudafrica ha festeggiato  i 20 anni delle sue prime elezioni multirazziali, che seppellirono l’apartheid con un voto popolare indimenticabile e pacifico. E anche se i problemi per gran parte della popolazione restano enormi, il discorso del presidente Jacob Zuma ha ricordato con emozione “il sangue, il sudore e le lacrime” veratei per guadagnare “il prezioso diritto di votare” il 27 aprile 1994. E ha chiesto a tutti i sudafricani di votare di nuovo “a milioni” alle prossime politiche il 7 maggio.

Il discorso di Zuma è stato chiaramente da campagna elettorale anche se la vittoria del suo partito è scontata visto il peso dell’Anc (African National Congress) nel panorama politico nazionale. “Abbiamo fatto del Sudafrica un posto migliore per vivere – ha detto il presidente – Non dobbiamo negare o minimizzare questi successi, nonostante le differenze politiche o le divergenze”. L’opposizione ha però denunciato che “non c’� nulla da festeggiare quando sulla tavola non c’è pane … Le persone vivono ancora nelle bidonville, senza acqua corrente, senza elettricità, senza strade decenti. La libert� � avere servizi igienici con la catena per tirare l’acqua”. In ogni caso quel 27 aprile del 1994 permise al Sudafrica di evitare la guerra civile e fece di Nelson Mandela – che per l’uguaglianza tra bianchi e neri aveva trascorso 27 anni in galera – il primo presidente nero della storia sudafricana,