Sudafrica, bracconieri sbranati dai leoni: “Troppi pochi resti per capire quanti fossero”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 luglio 2018 14:23 | Ultimo aggiornamento: 6 luglio 2018 14:23
sudafrica leoni

Sudafrica, bracconieri sbranati dai leoni: “Troppi pochi resti per capire quanti fossero”

JOHANNESBURG – Almeno tre bracconieri sono stati divorati da un branco di leoni dopo essersi introdotti, clandestinamente, all’interno di una riserva naturale. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] È accaduto in Sudafrica, nella riserva di Sibuya, nei pressi della città orientale di Kenton-on-Sea.

La vicenda è riportata anche dal portale locale Sowetan Live: a scoprire i resti dei cacciatori di frodo sono stati alcuni addetti, che hanno rinvenuto anche alcune armi, tra cui fucili da caccia.

“È chiaro che più di una persona sia stata attaccata e sbranata dai leoni, ma forse sono anche più di due, lo abbiamo capito dai resti e dagli oggetti che abbiamo trovato, come le armi o le scarpe – ha spiegato Nick Fox, proprietario della struttura – Sarà difficile però stabilire il numero esatto dei bracconieri uccisi, anche perché ciò che rimane dei corpi è stato rinvenuto in un’area piuttosto estesa”.

Secondo il proprietario della riserva, i cacciatori uccisi si sarebbero introdotti di nascosto nella riserva tra domenica sera e le prime luci di lunedì scorso. Della vicenda si sta occupando la polizia: il portavoce, il capitano Mali Govender, ha spiegato che i resti sono stati portati in un laboratorio mercoledì mattina.

“Un fucile è invece in fase di analisi da parte del laboratorio di balistica, vogliamo riuscire a capire se in precedenza era stato già usato per commettere crimini legati al bracconaggio”, ha dichiarato l’agente.