Sudafrica, mamma “leonessa” accoltella tre uomini che stavano stuprando la figlia: un morto, due condannati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 dicembre 2018 12:08 | Ultimo aggiornamento: 18 dicembre 2018 12:08
Mamma leonessa accoltella gli stupratori della figlia in Sudafrica

Sudafrica, mamma accoltella tre uomini che stavano stuprando la figlia: un morto, due condannati

PRETORIA – Ha visto tre uomini che stavano stuprando la figlia in un edificio abbandonato e li ha accoltellati. Un uomo è morto, gli altri due sono rimasti gravemente feriti. La mamma, soprannominata “mamma leonessa”, quando ha visto la figlia in pericolo non ci ha pensato due volte e ha agito. I fatti risalgono al 2017 in Sudafrica, ma ora i due stupratori sopravvissuti sono stati condannati a 30 anni di galera. 

La vicenda risale a un anno fa. La mamma leonessa, 57 anni, si trovava in casa quando un amico della figlia l’ha chiamata e allertata che la ragazza di 27 anni era stata portata via con la forza da tre uomini. La donna allora ha chiamato la polizia, ma non ha ricevuto risposta. Ha afferrato il coltello da cucina con cui stava tagliando delle verdure e si è precipitata sul luogo indicato dall’amico della figlia, a circa 2 chilometri dalla loro casa.

Una volta arrivata nell’edificio abbandonato, la mamma ha trovato i tre uomini senza vestiti e che stupravano la figlia. In preda alla rabbia si è scagliata contro di loro armata di coltello. Uno degli stupratori è morto sul posto, gli altri due invece sono stati ricoverati per le gravi ferite riportate. La storia ha scosso l’intero Paese e i due stupratori sopravvissuti condannati. Una condanna a 30 anni che è stata accolta con sollievo dalla “mamma leonessa”.