Sudafrica, inferno Parco Kruger: 14 leoni in fuga e leopardo uccide bimbo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 giugno 2019 14:27 | Ultimo aggiornamento: 7 giugno 2019 14:27
Parco Kruger, allerta in Sudrafica: leopardo uccide bimbo, leoni in fuga

Sudafrica, inferno Parco Kruger: 14 leoni in fuga e leopardo uccide bimbo

ROMA – Due incidenti in poche ore sono avvenuti nel Parco nazionale Kruger in Sudafrica. Un leopardo è entrato nella zona dove vive lo staff con le proprie famiglie e ha ucciso un bimbo di appena due anni e mezzo. L’allerta poi è stata lanciata per la fuga di 14 leoni, ricercati speciali dalle autorità della provincia di Limpopo.

Attacco mortale del leopardo

Per quanto riguarda l’incidente del leopardo, sembra che l’animale abbia superato le barriere che delimitano gli alloggi dello staff e abbia attaccato il piccolo la sera di martedì 4 giugno. Il bimbo è stato dichiarato morto dai dottori all’ospedale Shongwe, dove è stato portato dalla sua famiglia.  

Secondo la direzione del parco nazionale Kruger, l’attacco potrebbe essere avvenuto perché in quel settore gli animali sono abituati a stare a contatto con l’uomo e perdano la paura nei loro confronti: “In parchi come il Kruger, i predatori interagiscono con turisti e staff. Il cambiamento nel comportamento naturale può portare a sfortunati incidenti come questo”. Il grande felino è stato rintracciato dai ranger dopo l’attacco ed è stato bloccato e abbattuto, per evitare che potesse attaccare altre persone.

5 x 1000

Leoni in fuga

Un’allerta massima è stata lanciata nella provincia di Limpopo per la presunta fuga di 14 leoni dal parco nazionale. Il governo provinciale ha diffuso un comunicato in cui chiede alla popolazione di essere prudente, poiché lo stato di allerta prosegue. Secondo informazioni rilanciate dalla stampa locale, il branco di felini sarebbe stato avvistato nei pressi della miniera di Phalaborwa Foskor, ad ovest del parco, non lontano dal confine con il Mozambico.

Nelle ultime ore il governatore di Limpopo, la direzione del parco nazionale Kruger e altre organizzazioni del territorio hanno stabilito una linea comune di intervento e sono ora impegnate nella ricerca dei leoni in fuga dall’area protetta. Al termine di riunioni le parti coinvolte hanno stabilito che, dopo la cattura i leoni devono essere rilasciati nel parco.

In dichiarazioni all’emittente nazionale Sabc, Ike Phaahla, esponente dell’Ente nazionale dei parchi sudafricani (Sanparks), ha invece riferito che potrebbe trattarsi di un branco di 14 leoni già in giro da tempo in quella zona e per i quali “va trovata una soluzione definitiva”. Secondo la stessa fonte, portarli al Kruger non potrebbe essere la scelta giusta in quanto rischiano di entrare in conflitto con gli altri leoni.  In base a stime concordanti il Parco Kruger – una delle più grandi riserve d’Africa con i suoi 7523 km2 – ospita 1600 leoni. Per ora non è chiaro come i 14 felini ricercati abbiano fatto a scappare da un’area blindata.