Sudan. Avvocato, Meriam rifugiata in ambasciata Usa dopo seconda scarcerazione

Pubblicato il 27 Giugno 2014 11:09 | Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio 2015 17:41
Meriam con il figlio e la figlia

Meriam con il figlio e la figlia

SUDAN, KHARTOUM – Meriam si è rifugiata all’ambasciata Usa di Khartoum. Lo ha riferito l’avvocato della donna cristiana che era stata condannata alla pena di morte, poi annullata, per apostasia.

“Meriam si trova all’ambasciata americana in questo momento”, ha detto Me Muhanad Mustafa a poche ore dalla seconda scarcerazione della donna. La donna cristiana che ha rischiato l’impiccagione per apostasia, è stata rilasciata dopo essere stata fermata martedì in aeroporto mentre tentava di lasciare il Sudan per raggiungere gli Usa e trattenuta per circa 48 ore.

Tuttavia, non può ancora lasciare il Paese: deve aspettare il nulla osta della Corte d’appello che ratifichi l’annullamento della sentenza di condanna.