Video porno al posto del Super Bowl: condannato l’hacker

Pubblicato il 21 ottobre 2011 20:34 | Ultimo aggiornamento: 21 ottobre 2011 20:34

TUCSON – Un uomo originario dell’Arizona ha ammesso in tribunale di aver usato un computer per interrompere la diretta televisiva del Super Bowl del febbraio 2009 (cioè il più importante evento del football americano) per trasmettere un video porno di 37 secondi.

Frank Tanori Gonzalez, questo è il nome dell’uomo in base a quanto scrive l’Huffington Post, era un impiegato della Cox Communications, e all’epoca dell'”incidente”  lavorava ad un collegamento con la Comcast, la rete via cavo che trasmetteva il Super Bowl tra Arizona Cardinals e Pittsburgh Steelers.

La partita era stata trasmessa a Tucson inviando i segnali alla Cox Communications, che poi la girava alla Comcast. Solo coloro che in quel momento stavano guardando il programma in alta definizione hanno visto il video porno.

Gonzales è stato condannato a tre anni di libertà vigilata e dovrà pagare una multa di mille dollari. Comcast ha invece offerto ai suoi abbonati che si sono trovati in tv il video porno un credito di 10 dollari.