Terremoto Filippine: 25 feriti. In Giappone scossa più forte ma no allerta Tsunami

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Luglio 2019 8:20 | Ultimo aggiornamento: 13 Luglio 2019 8:20
Terremoto nelle Filippine: 25 feriti. In Giappone scossa più forte ma no allerta Tsunami

Nella foto d’archivio, un sismografo segnala un terremoto

ROMA – Un forte terremoto nelle Filippine e un altro in Giappone: due violente scosse hanno colpito il sudest Asiatico nella notte tra il 12 e il 13 luglio. Se nelle Filippine si registrano decine di feriti, in Giappone la scossa (seppur maggiormente intensa) ha provocato al momento solo allarme (e nessun allerta tsunami, pericolo sempre in agguato nell’arcipelago nipponico). Non è ancora dato sapere se i due sismi siano collegati alla stessa faglia.

Scossa 5.8 nelle Filippine: decine di feriti.

Venticinque persone sono state ferite e alcune chiese e altri edifici sono stati danneggiati dal sisma di magnitudo 5,8 che ha terrorizzato gli abitanti del sud delle Filippine.  Il terremoto ha colpito la costa nord-est dell’isola di Mindanao ed è stato seguito da altre sette scosse di minor intensità.

Terremoto 6 in Giappone: nessuna allerta Tsunami.

Una scossa di terremoto di magnitudo 6 è stata registrata alle 8:57 ora locale (le 2:57 in Italia) al largo delle isole Amami, nell’arcipelago giapponese meridionale delle Ryukyu. Secondo i dati dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) italiano e del servizio geologico statunitense Usgs, il sisma ha avuto ipocentro a circa 250 km di profondità ed epicentro 169 km a nordovest della città di Amami. Al momento non si segnalano danni a persone o cose, né è stata emessa alcuna allerta tsunami. (Fonti Ansa e Agi).