Terremoto in Nuova Zelanda, scossa di magnitudo 6.9 a largo di Gisborne: allarme tsunami

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 4 Marzo 2021 16:35 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2021 16:35
Terremoto Nuova Zelanda allarme tsunami

Terremoto in Nuova Zelanda, scossa di magnitudo 6.9 a largo di Gisborne: allarme tsunami (foto ANSA)

E’ stato lanciato un allarme tsunami dopo la scossa di terremoto di magnitudo 6.9 che si è verificata al largo della Nuova Zelanda poco dopo le 2 di notte del 5 marzo.

Aggiornamento articolo ore 16:35.

Allarme tsunami dopo la scossa di terremoto in Nuova Zelanda

“Sulla base dei parametri preliminari del terremoto, sono possibili onde di tsunami pericolose per le coste situate entro 300 chilometri dall’epicentro del terremoto”, ha fatto sapere il Pacific Tsunami Warning Center con sede nelle Hawaii.

L’agenzia nazionale per la gestione delle emergenze della Nuova Zelanda ha pubblicato un tweet invitando “chiunque vicino alla costa abbia sentito una scossa lunga o forte”  a “spostarsi immediatamente verso l’altura più vicina, o il più lontano possibile nell’entroterra”. 

L’epicentro del sisma è stato a 180 chilometri a nord-est della città di Gisborne alle 2:27 del mattino, a una profondità di 10 chilometri.

Terremoto sentito a migliaia di km dall’epicentro

La scossa più potente è stata seguita da un altro sisma di magnitudo 5 mezzora dopo.

Il sisma è stato avvertito chiaramente dalla popolazione. Si registrano scene di panico nelle città che hanno distintamente sentito la fortissima scossa. Migliaia di persone hanno riferito sui social di aver sentito il terremoto, alcune addirittura fino a Christchurch, a quasi 1000 km di distanza nel sud del paese.