Terremoto 7.6 al largo delle Filippine. Rientrato l’allerta tsunami

Pubblicato il 31 agosto 2012 15:07 | Ultimo aggiornamento: 31 agosto 2012 17:37
La mappa dal sito dell'Usg

La mappa dal sito dell’Usgs

MANILA – Un forte terremoto di magnitudo 7.6 è stato registrato al largo delle Filippine. Tutto il Pacifico è stato allertato. In Giappone è stato lanciato l’allerta tsunami. Ma poche ore dopo l’allerta è rientrato.

L’ipocentro del terremoto è stato localizzato a 34.9 km di profondità, in mare aperto a circa 106 km da Guiuan, 175 km da Mindanao e 749 km a sudest di Manila.  L’ipocentro è stato localizzato a 34.9 km di profondità, in mare aperto a circa 106 km da Guiuan, 175 km da Mindanao e 749 km a sudest di Manila.

Il centro di monitoraggio del Pacifico ha verificato che uno tsunami è stato registrato dopo il sisma di 7.6 registrato al largo delle Filippine.

Gli altri Paesi che erano stati allertati per il rischio tsunami, secondo quanto riporta la Cnn, sono l’Indonesia, Taiwan, Guam, Papua Nuova Guinea. Uno ‘tsunami watch’ è stato diramato dal centro di monitoraggio del Pacifico anche per le isole Hawaii. Le Filippine hanno ordinato l’evacuazione di sei province costiere.

Secondo quanto riferisce un parlamentare filippino citato dalla Reuters il sisma, nelle isole Filippine, ha “distrutto strade e ponti, la gente è  in fuga sulle alture”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other