Terremoto Venezuela: scossa di magintudo 5.6, poi la replica di 5

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Dicembre 2018 11:24 | Ultimo aggiornamento: 27 Dicembre 2018 11:24
Terremoto Venezuela a Caraboto: scossa di magintudo 5.6, poi la replica di 5

Terremoto Venezuela: scossa di magintudo 5.6, poi la replica di 5

CARABOTO – Una forte scossa di terremoto di magnitudo 5.6 è stata avvertita in Venezuela, sulla costa nord nella regione di Caraboto. La prima scossa è stata seguita da un terremoto di magnitudo 5.0 con epicentro a pochi chilometri di distanza. Non si ha ancora notizia di vittime.

Il presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, ha affermato ieri di essere preparato “ad affrontare tutto”, avvertendo “l’Impero americano” che, se oserà invadere il Paese, dovrà affrontare “un popolo armato di fucile” e una Forza armata nazionale preparata a “combattere e difendere la Patria”.

In una cerimonia organizzata per la consegna della casa numero 2,5 milioni del programma ‘Gran Misión Vivienda Venezuela’ trasmessa a canali unificati, Maduro ha fatto allusione alla cerimonia di insediamento del suo secondo mandato, un appuntamento criticato come incostituzionale da molti Paesi latinomaericani e internazionali.
Il capo dello Stato ha sostenuto che “abbiamo un amico molto potente, l’Impero ‘gringo’, e contro di esso che puntiamo i nostri strali. Loro vogliono creare un grande problema, noi li sconfiggeremo”.

Il giuramento del prossimo 10 gennaio che darà inizio al secondo mandato, ha assicurato Maduro, permetterà l’inizio di sei anni di “costruzione del socialismo”, con “il popolo nelle strade e al potere”.

A partire da quella data, ha proseguito, “comincia il mandato che meraviglierà il mondo, per introdurre e far rispettare, in modo da far felice il nostro popolo, il Piano patria 2019-2025”.

“Per questa tappa ha concluso – siamo preparati sia come popolo sia come Forza armata nazionale boliviariana. Chiuderemo l’anno dandoci un abbraccio di fraternità, ma soprattutto preparandoci per l’anno entrante”.