Terrorismo: paura attentati in tutta Europa, fermati 20 sospetti in Belgio

Pubblicato il 23 Novembre 2010 19:12 | Ultimo aggiornamento: 23 Novembre 2010 20:04

Resta alta in Europa la guardia contro il terrorismo di matrice islamica: un’ampia operazione di polizia, partita dal Belgio ed estesa anche a Olanda e Germania, ha portato al fermo di oltre venti persone sospettate di essere coinvolte in movimenti jihadisti internazionali e di preparare attentati. I fermi sono stati eseguiti al termine di decine di perquisizioni condotte soprattutto ad Anversa, la città portuale belga che si affaccia sul Mare del Nord e dove la comunità islamica è particolarmente numerosa, e a Bruxelles.

L’operazione, secondo quanto riferito dagli inquirenti, è stata lanciata per sventare il rischio di un attentato terroristico che avrebbe dovuto colpire il Belgio. Attentato che un gruppo terroristico jihadista stava organizzando utilizzando il sito fondamentalista Ansar al Mujahideen. Sette fermi sono stati compiuti ad Anversa, tre ad Amsterdam e uno nella città tedesca di Aquisgrana (Aachen). Altri 15 persone sono state sottoposte a fermo a Bruxelles.

I sospettati sono di nazionalita’ belga, olandese, marocchina e russa (ma di origine cecena). Oltre a essere sospettati della preparazione di un attentato, i fermati sono accusati di aver reclutato candidati jihadisti e di aver finanziato un’organizzazione terroristica cecena, l’Emirato del Caucaso. L’inchiesta della polizia belga, condotta in collaborazione con Eurojust, il servizio di coordinamento delle polizie europee, era in corso già da qualche anno e aveva già portato all’esecuzione di diversi arresti in Spagna, Marocco e Arabia Saudita.

L’operazione anti-terrorismo segue l’allarme attentati lanciato in Germania e la conseguente chiusura al pubblico della cupola del Reichstag, il Parlamento tedesco, a tempo indeterminato. Sul fronte della lotta al terrorismo, nuovi segnali d’allarme sono giunti anche dalla Danimarca. I servizi d’informazione danesi hanno fatto sapere di aver raccolto nuove indicazioni in merito al tentativo di gruppi terroristici islamici operanti all’estero di entrare nel Paese con l’obiettivo di preparare attentati.