Terrorismo/ Da chierichetto a terrorista di Al-Qaeda. La storia di Bryant Neal Vinas, diventato Bashir al-Ameriki

Pubblicato il 24 Luglio 2009 14:12 | Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2009 14:19

bryant_neal_vinasPrima boy scout e chierichetto, poi terrorista di Al-Qaeda. È la storia di Bryant Neal Vinas, 26 anni di Long Island che, dopo la conversione all’islam nel 2004, ha preso il nome di Bashir al-Ameriki.

Il ragazzo si era trasferito in Pakistan nel 2007 e si era unito ad una cellula del gruppo terroristico. È stato arrestato dalla polizia del paese asiatico lo scorso novembre a Peshawar, dove si trovava per cercare moglie.

Figlio di un peruviano e di un’argentina, Bashir è stato rinnegato dalla madre Maria.  La donna, intervistata dal New York Post, ha rinnegato il figlio dichiarando che spera di non vederlo mai più.

Lo scorso 28 gennaio Vinas si è dichiarato colpevole di cospirazione volta a uccidere cittadini americani, di aver fornito materiale di supporto a un’organizzazione terroristica straniera e di essersi addestrato nei campi di al Qaeda, riportano i media americani.  L’Fbi di New York non ha chiarito se l’uomo sia stato condannato e perchè il suo caso sia stato secretato.