Terrorismo: figlio di Osama bin Laden sposa la figlia di Atta, attentatore dell’11 settembre

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 agosto 2018 17:53 | Ultimo aggiornamento: 6 agosto 2018 17:53
Terrorismo: figlio di Osama bin Laden sposa la figlia di Atta, attentatore dell'11 settembre

Terrorismo: figlio di Osama bin Laden sposa la figlia di Atta, attentatore dell’11 settembre (Foto Ansa)

KABUL – Hamza bin Laden, uno dei figli del leader di Al Qaeda Osama bin Laden, avrebbe sposato la figlia di Mohammed Atta, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]
la ‘mente’ dietro gli attacchi dell’11 settembre 2001 negli Stati Uniti.

A dirlo è il quotidiano britannico The Guardian, che con  l’intermediazione e l’autorizzazione delle autorità saudite è riuscito ad entrare in contatto con la famiglia del terrorista afghano, e proprio pochi giorni fa ne ha anche intervistato la madre.

Secondo i suoi fratellastri Ahmad e Hassan al-Attas, Hamza avrebbe assunto il ruolo di leader all’interno dell’organizzazione terroristica e avrebbe intenzione di vendicare il padre, ucciso in un raid dei militari americani in Pakistan sette anni fa. Hamza è il figlio di Osama e Khairiah Sabar, una delle sue tre mogli, che viveva con lui nel compound di Abottabad.

“Non sappiamo dove si trovi, ma crediamo sia in Afghanistan”, hanno rivelato al quotidiano britannico i due fratellastri. Negli ultimi due anni i servizi segreti occidentali hanno intensificato la caccia ad Hamza, considerato una figura chiave per gli appartenenti e i sostenitori di Al Qaida.

Vera o no, la notizia di un matrimonio tra il figlio di bin Laden e la figlia di Atta riporta l’attenzione su Al Qaeda, passata in secondo piano dopo l’esplodere di Isis. Inoltre il vincolo tra Hamza e la presunta figlia di Atta rappresenta, nella propaganda jihadista, la continuazione di un disegno, una sorta di passaggio di testimone, nota il Corriere della Sera.

E’ inoltre evidente il tentativo di rendere più rilevante il ruolo di Hamza all’interno dello schieramento.  Se formalmente il capo è l’egiziano Ayman al Zawahiri, per alcuni osservatori bin Laden junior potrebbe avere il ruolo di ricucire con chi, nell’Isis, vuole staccarsi dal Califfo e di rilanciare la minaccia di Al Qaeda, anche per vendicare la morte del padre.