Texas, 300 bambini positivi. In Usa +80% contagi in 15 gg. Ma Trump guarda a Wall Street

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Luglio 2020 9:21 | Ultimo aggiornamento: 3 Luglio 2020 9:23
Texas, 300 bambini positivi

Texas, boom di contagi, 300 bambini positivi (Ansa)

Il Texas ha registrato un altro triste record nella sua lotta alla pandemia di coronavirus

Fino a ieri, un totale di 6.904 persone erano ricoverate negli ospedali del Texas, con un incremento di oltre 2.500 pazienti in una settimana.

Nel mese di maggio, riporta la Cnn, il picco dei ricoveri aveva raggiunto quota 1.888.

Texas, 300 bambini positivi nelle scuole

Molto allarmante il dato che registra più di 300 bambini risultati positivi nelle scuole dell’infanzia.

La situazione è piuttosto complicata, visto che sono centinaia le persone coinvolte nei contagi scolastici e i gli ospedali dello Stato sono quasi al collasso.

Secondo una stima del Centro nazionale per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), in Texas – ma anche in Florida – si attendono quasi 2.000 nuovi ricoveri al giorno entro metà luglio, contro i circa 1.500 in Arizona e California.

Nella contea texana di Harris, che comprende anche la metropoli di Houston, almeno due ospedali hanno raggiunto il “massimo della capacità”, ha detto ieri il sindaco di Houston, Sylvester Turner, sottolineando che “la minaccia…. che Covid-19 rappresenta adesso per la nostra comunità è al livello più alto di sempre”.

Usa: +80% contagi, ma Trump guarda a Wall Street

Nelle ultime due settimane i contagi in Usa sono aumentati di quasi l’80% e nelle ultime 24 ore hanno superato per la prima volta i 50 mila casi (52.982 per l’esattezza), sfiorando un totale di 2,7 milioni di malati.

Dati record di nuovi casi si registrano anche in singoli Stati, come la Florida (oltre 10 mila), il Texas, la California, l’Arizona. Ma la tendenza all’incremento riguarda ben 37 Stati, solo in due c’è un calo mentre in altri 11 l’andamento è piatto.

Dati che sembrano contraddire l’ottimismo del presidente Trump.

“Stiamo gestendo la crisi, stiamo mettendo la situazione sotto controllo, andrà tutto bene”.

Donald Trump si presenta in sala stampa alla Casa Bianca e sdrammatizza la nuova ondata di coronavirus in Usa, trascinato dall’entusiasmo per l’economia americana che “torna a ruggire”, con numeri “record” per Wall Street e i nuovi posti di lavoro. (fonti Agi e Ansa)