Thailandia, attacco a polizia: 15 agenti uccisi da ribelli musulmani

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Novembre 2019 9:52 | Ultimo aggiornamento: 6 Novembre 2019 9:52
Thailandia, attacco a polizia: 15 agenti uccisi da ribelli musulmani

Alcuni poliziotti thailandesi (foto da archivio ANSA)

HATYAI – Un commando di uomini armati con armi ed esplosivi hanno attaccato, ieri sera, 5 novembre, alcuni posti di blocco della polizia nella provincia thailandese di Yala uccidendo 15 agenti volontari e ferendone altri cinque: lo ha reso noto Kiattisak Neewong, un portavoce dell’esercito. Secondo il portavoce quattro delle vittime sono donne.

Nella provincia di Yala e nelle altre province confinanti di Pattani e Narathiwat è in corso una campagna separatista portata avanti dall’etnia Malay, di religione islamica, che dal 2004 a oggi ha causato circa 7mila morti soprattutto a causa dell’attività dei ribelli musulmani, sospettati anche di quest’ultimo attacco. I ribelli vorrebbero l’indipendenza dallo stato thailandese, che è a maggioranza buddista e che colonizzò l’area all’inizio del Novecento.

Fonte: ANSA