Thailandia: a Bangkok sfilano le “camicie rosse”

Pubblicato il 20 Marzo 2010 8:50 | Ultimo aggiornamento: 20 Marzo 2010 8:50

Camicie rosse in corteo a Bangkok

Decine di migliaia di “camicie rosse”, i sostenitori del deposto premier thailandese Thaksin Shinawatra, a bordo di automobili e motociclette hanno preso parte a un chilometrico corteo lungo il centro di Bangkok, con l’obiettivo di costringere il primo ministro Abhisit Vejjajiva a sciogliere il Parlamento.

 La manifestazione, che arriva nel nono giorno di protesta dei sostenitori di Thaksin,si è svolta in un clima festoso, con enormi disagi per il traffico ma  senza incidenti. Migliaia di residenti della capitale, non necessariamente vestiti di rosso, salutano e incoraggiano i manifestanti al passaggio della parata.

 “Ci muoveremo per cercare l’amore della gente di Bangkok e unirli a noi, i poveri contadini, per rovesciare il governo sostenuto dall’elite”, ha detto Veera Musikhapong, uno dei leader del movimento popolare, arringando i dimostranti prima che il serpentone di veicoli iniziasse a muoversi.

 Abhisit, salito al potere nel dicembre 2008 dopo lo scioglimento per via giudiziaria di due governi filo-Thaksin e grazie a un ribaltone parlamentare, finora ha respinto le richieste dei “rossi” di andare a nuove elezioni. Da quando è iniziata la protesta, il premier Abhisit vive e lavora da una caserma alla periferia della capitale.