Thailandia, camicie rosse: “Sì a elezioni anticipate, ma vicepremier si costituisca”

Pubblicato il 10 Maggio 2010 14:17 | Ultimo aggiornamento: 10 Maggio 2010 14:28

Le camicie rosse thailandesi hanno presentato la loro “red map” per la riconciliazione. Metterann0 fine alla loro protesta con il governo, che va avanti da mesi per le strade della capitale Bangkok, solo quando il vicepremier Suthep Thaugsuban si consegnerà alla polizia.

I dimostranti antigovernativi hanno accettato l’offerta del governo per arrivare allo scioglimento del parlamento e a elezioni anticipate il 14 novembre.

Il premier Abhisit Vejjajiva e il suo vice Suthep Thaugsuban, a detta delle camicie rosse, sono responsabili delle morti avvenute durante le proteste del 10 aprile.