Thailandia, cadavere smembrato di Giuseppe De Stefani. Cercati moglie e amante

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 gennaio 2018 11:15 | Ultimo aggiornamento: 22 gennaio 2018 13:56
giuseppe-de-stefani

Thailandia, cadavere smembrato trovato in un bosco: era Giuseppe De Stefani

BANGKOK – Un cadavere smembrato e bruciato è stato trovato in un bosco nella provincia di Phichit, in Thailandia. La vittima era Giuseppe De Stefani, 62 anni e originario di Chiavenna. La polizia ora sta dando la caccia alla ex moglie di 38 anni, Rujira Eiumlamai, e al suo amante francese e segue la pista del delitto passionale. Il movente inoltre potrebbe essere economico: ci sarebbero state dispute sul denaro appartenente a De Stefani.

De Stefani è stato identificato da un tatuaggio sulla gamba parzialmente bruciata, che è stato confermato da un testimone corrispondere con quello dell’italiano. La polizia è ancora sulle tracce della thailandese Eiumlamai e del suo amante francese, le cui generalità non sono state rilasciate. La polizia ha inoltre dichiarato che l’uomo era in passato stato inserito in una “lista nera” da parte dell’immigrazione thailandese, riuscendo però a tornare nel Paese attraversando il confine con il Laos. Gli inquirenti seguono la pista del delitto passionale arricchito da dispute su del denaro appartenente a De Stefani, scrive l’Ansa.

La polizia sta seguendo la pista del delitto passionale e sospetta che nel delitto sia coinvolta una donna thailandese che si crede essere l’ex moglie della vittima, assieme a un francese che si presume essere il suo amante. I due sono sospettati di aver tagliato il corpo dopo l’omicidio, richiudendolo in una valigia per trasportarlo fino a un’area isolata nel bosco, dove avrebbero dato fuoco al tutto. Gli inquirenti hanno trovato un passaporto italiano – quello della presunta vittima – a casa della donna, dove sono state rinvenute anche macchie di sangue. L’esperto della sicurezza dell’Interpol in Thailandia, Andrea Vitalone, sta coadiuvando le autorità locali per arrivare al riconoscimento della vittima.

De Stefani era residente a Chiavenna, in provincia di Sondrio, ed era pensionato. Dopo la morte della moglie qualche anno fa aveva raggiunto il figlio, che aveva un’attività commerciale in Thailandia, e lì aveva sposato la donna del posto dal quale si era poi separato. “Ritornava a Chiavenna un paio di volte all’anno, dove ancora vive sua figlia”, ricorda il sindaco della cittadina in provincia di Sondrio, Luca Della Bitta.