Thailandia: i ragazzi non sanno nuotare, fanno pratica con maschere e immersioni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 luglio 2018 10:55 | Ultimo aggiornamento: 4 luglio 2018 10:55
Thailandia: i ragazzi non sanno nuotare, fanno pratica con maschere e immersioni

Thailandia: i ragazzi non sanno nuotare, fanno pratica con maschere e immersioni

ROMA – I 12 ragazzi intrappolati da undici giorni nella grotta di Tham Luang, in Thailandia, stanno facendo pratica sott’acqua con le maschere, in vista di un ritorno in superficie che richiederà estesi periodi di immersione, e per il quale non c’è ancora una tempistica stimata. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Lo ha annunciato al campo base delle operazioni il governatore, Narongsak Osatanakorn.

Il gruppo non sa nuotare, e le squadre di soccorso vogliono che l’acqua nella grotta scenda il più possibile prima di dare il via alle operazioni di recupero. Nuove piogge sono però previste questo fine settimana, il che potrebbe rendere inutili i massicci sforzi di pompare l’acqua all’esterno della grotta.

Un video diffuso dai Navy Seals thailandesi mostra i 12 ragazzi nella grotta Tham Luang sorridenti mentre si presentano uno a uno alla telecamera per ringraziare i loro soccorritori. I giovani calciatori – tutti tra gli 11 e i 16 anni – appaiono smunti nei lineamenti ma sono capaci di scherzare con i sub della Marina che dal ritrovamento di lunedì sera passano il tempo con loro sulla sponda fangosa dove per nove giorni avevano trovato riparo dalle inondazioni che hanno sommerso larghi tratti della grotta.

Ieri le autorità thailandesi avevano posto l’enfasi sul bisogno di riportare i ragazzi al cento per cento delle loro forze prima di iniziare le operazioni per farli uscire. Tuttavia, le forti piogge previste nei prossimi giorni potrebbero costringere i soccorritori ad anticipare i tempi.