Thailandia, ragazzi salvi ma potrebbero volerci 4 mesi per tirarli fuori dalla grotta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 luglio 2018 9:11 | Ultimo aggiornamento: 3 luglio 2018 10:49
Thailandia, ragazzi salvi ma potrebbero volerci 4 mesi per tirarli fuori dalla grotta

Thailandia, ragazzi salvi ma potrebbero volerci 4 mesi per tirarli fuori dalla grotta

ROMA – Potrebbero volerci oltre quattro mesi per riportare in superficie il gruppo di 12 ragazzini thailandesi ritrovati ieri vivi con il loro allenatore [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] in una grotta nel nord della Thailandia dopo nove giorni senza contatti con l’esterno. Lo ha annunciato questa mattina l’esercito di Bangkok, mentre i tentativi di svuotare l’acqua dalla grotta Tham Luang con enormi pompe installate dai soccorritori hanno solo un limitato successo.

Secondo un portavoce, i ragazzi – tutti tra gli 11 e i 16 anni – dovranno essere addestrati alle immersioni durante tutta la stagione delle piogge, che termina a novembre, e attendere che il rischio di precipitazioni scenda. Nel frattempo saranno nutriti e assistiti senza interruzioni, anche psicologicamente. Numerosi medici si sono già detti disponibili a trascorrere periodi con loro nel punto rialzato dove hanno trovato rifugio dall’acqua che ha inondato la grotta poco dopo il loro ingresso lo scorso 23 giugno.

I 12 ragazzi e il loro allenatore sono nel complesso in condizioni di salute stabili, e nessuno è in condizioni critiche, ha dichiarato questa mattina Narongsak Osatanakorn, il governatore della provincia di Chiang Rai, che dirige le operazioni di soccorso. Una prima valutazione medica, ha detto il governatore, è stata effettuata sul posto usando un codice “rosso, giallo e verde” per definire le condizioni dei ragazzi, in un scala che va da “critiche”, a “gravi”, a “stabili”. “Abbiamo scoperto che la maggior parte dei ragazzi è nella situazione ‘verde’, e forse alcuni hanno ferite che potrebbero essere considerate ‘gialle’, ma nessuno è nella situazione ‘rossa’”, ha spiegato Narongsak.