Thailandia. Rogo devasta campo di rifugiati birmani: 17 mila senza tetto

Pubblicato il 24 Febbraio 2012 8:37 | Ultimo aggiornamento: 24 Febbraio 2012 8:54

BANGKOKB – Migliaia di rifugiati birmani in Thailandia sono rimasti senzatetto ieri a causa di un incendio che ha devastato oltre un terzo del campo di Umpiem Mai, che ospita 17 mila persone al confine tra i due Paesi, senza provocare morti.

Il rogo, iniziato all'ora di pranzo probabilmente in una cucina e diffusosi velocemente anche a causa del vento, ha ridotto in cenere fino a un migliaio di case di bambu', distruggendo anche scuole, mercati e moschee.

''Gli abitanti sono scappati coi loro bambini verso i campi vicini, non hanno potuto portare niente con se''', ha riferito un testimone all'agenzia di dissidenti birmani Mizzima, secondo cui alcuni bambini sono stati ustionati dalle fiamme.

Dieci campi per rifugiati in Thailandia ospitano da oltre vent'anni oltre 140 mila rifugiati, in fuga dalle zone di conflitto tra l'esercito birmano e le milizie etniche nell'est del Paese. Negli ultimi mesi rinnovati tentativi di dialogo tra il nuovo governo civile e i gruppi etnici, in particolare i Karen, hanno portato a un temporaneo cessate il fuoco.