Thailandia, uomo ucciso e fatto a pezzi. I suoi resti nella zuppa servita al ristorante

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 novembre 2018 22:23 | Ultimo aggiornamento: 6 novembre 2018 22:23
thailandia zuppa

Thailandia, uomo ucciso e fatto a pezzi. I suoi resti nella zuppa servita al ristorante

ROMA – Avevano chiesto una semplice zuppa di verdure al ristorante. Peccato che dentro ci fossero dei pezzi di carne. Alla fine, dopo aver discusso, i clienti del locale, che si trova a Bangkok, in Thailandia, hanno avvertito le autorità locali, che non potevano fare scoperta più horror. 

La polizia ha scoperto che in realtà quei pezzi di carne serviti nella zuppa non erano di origine animale, ma umana. E infatti, dopo aver messo sottosopra il locale, la successiva e accurata perquisizione ha permesso di rintracciare chiazze di sangue umano in diverse zone della cucina. Una volta aperta la fossa settica del ristorante, poi, la macabra scoperta: all’interno c’era ancora una parte del cadavere spezzettato e in parte servito ai clienti in questione.

Occhi di tonno e zuppa di pipistrello: i cibi più disgustosi

A provocare l’omicidio sarebbe stata una lite tra la vittima e il proprietario del locale. L’uomo era scomparso da circa una settimana e il fratello lo aveva visto entrare proprio in quel ristorante da cui poi non è mai uscito. Si tratterebbe di Prasit Inpathom, un 61enne che, stando a quanto riporta la polizia, prima di essere ucciso sarebbe stato picchiato, pugnalato ben cinque volte e pestato con forza alla testa.