The Challenge, incidente elicottero a reality show: 2 morti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Dicembre 2015 15:58 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2015 15:59
The Challenge, incidente elicottero a reality show: 2 morti

The Challenge, incidente elicottero a reality show: 2 morti

BUENOS AIRES – Un elicottero della produzione del reality show The Challenge, in onda su Mtv, è caduto il 13 dicembre in una località a circa 30 chilometri da Mendoza, in Argentina. Il bilancio dell’incidente aereo, di cui non sono note le cause, è di 2 morti: il pilota e un operatore che stava effettuando le riprese aeree del reality show.

Un nuovo incidente in Argentina dopo lo schianto tra due elicotteri durante le riprese del reality Dropped, in cui persero la vita 10 persone tra cui la campionessa olimpica di nuoto Camille Muffat e il pugile Alexis Vastine lo scorso marzo.

Ida Artiaco sul Messaggero scrive che l’incidente aereo è avvenuto nella notte tra 13 e 14 dicembre e che i ricercatori sono al lavoro per recuperare i corpi e vedere se ci sono altre vittime:

“I ricercatori sono ancora a lavoro per recuperare i resti dell’elicottero, un Bell 206, rinvenuto a ben 60 metri sotto la superficie in seguito all’impatto. Inizialmente non si riusciva bene a capire se a bordo ci fossero anche altre persone. I due uomini sono morti sul colpo. Intanto i vertici di Mtv hanno rilasciato una dichiarazione in cui hanno confermato che l’elicottero sorvolava la zona per registrare immagini che sarebbero andate in onda nel programma co-prodotto con la Bunim/Murray Productions, e a cui molti fan sono affezionati, dal momento che si tratta di uno degli show storici della rete in America, in onda da 1998. Tuttavia, non sarebbero coinvolti membri del cast.

Questa vicenda ricorda molto da vicino un altro tragico fatto che aveva sconvolto il mondo della tv soltanto qualche mese fa e sempre in Argentina. A marzo, infatti, un elicottero, questa volta della produzione francese di un reality, si era schiantato nella provincia della Rioja. All’epoca il bilancio era stato di 10 morti, tra cui la campionessa olimpica di nuoto Camille Muffat e il pugile Alexis Vastine”.