Tokyo: “Usa rispetti il prezzo pattuito dei Jet F-35”

Pubblicato il 24 Febbraio 2012 8:38 | Ultimo aggiornamento: 24 Febbraio 2012 9:05

TOKYO – Il Giappone ha sollecitato gli Stati Uniti in via ufficiale a mantenere fermo il prezzo d'acquisto pattuito per gli F-35, i super jet invisibili al cui progetto lavora un consorzio internazionale guidato da Lockheed Martin.

E' quanto ha riferito il ministro della Difesa Naoki Tanaka, confermando il tenore delle anticipazioni di stampa dei giorni scorsi relative al nuovo caccia per l'aeronautica nipponica.

''Naturalmente, la nostra posizione e' che sia confermato il prezzo pattuito'', ha osservato Tanaka, secondo cui il governo di Tokyo ''e' fortemente motivato su questa richiesta''.

Il ministero ha chiarito in una lettera inviata al Pentagono l'ipotesi di blocco del maxi-acquisto di 42 aerei F-35 qualora i prezzi dovessero salire ancora, oltre a richiedere la revisione del sistema degli appalti nel quadro di un accordo militare di vendita che affida agli Usa la modifica discrezionale dei prezzi.

Il Giappone ha annunciato a dicembre la scelta dell'F-35, in base al costo unitario di 8,9 miliardi di yen o di 9,9 miliardi, con i pezzi di ricambio, quasi lo stesso prezzo previsto dalla Us Air Force.

Il bilancio della Difesa Usa per l'anno fiscale 2013 a partire da ottobre di quest'anno, annunciato soltanto la scorsa settimana, ha invece ipotizzato il costo lievitato a circa 153 milioni di dollari, cioe' 12,2 miliardi di yen.