Cronaca Mondo

Tricofagia, palla di capelli nello stomaco: muore a 16 anni

Tricofagia: muore a 16 anni per una palla di capelli nello stomaco
Tricofagia: muore a 16 anni per una palla di capelli nello stomaco

Tricofagia: muore a 16 anni per una palla di capelli nello stomaco

LONDRA – Jasmine Beever, ragazzina inglese di 16 anni, ha perso la vita per una palla di capelli formatasi nello stomaco e diventata infetta. E’ collassata mentre era a scuola, ha accusato fortissimi dolori alla pancia causati dalla peritonite, l’infiammazione di un sottile strato di tessuto dell’addome. Ricoverata in ospedale, i medici hanno tentato di rianimarla ma non c’è stato nulla da fare. Come emerso dall’autopsia, la palla di capelli nello stomaco si era infettata.

Jasmine, soffriva di tricofagia o “sindrome di Rapunzel”, un disturbo compulsivo caratterizzato dal bisogno di mangiare i capelli, che dopo l’ingestione finiscono con l‘accumularsi nel tratto gastrointestinale, spesso formando una massa solida chiamata tricobezoario. Solitamente, questo tipo di sindrome affligge chi ha problemi di apprendimento o disturbi emotivi; sono segnalati solo 120 casi al mondo, quasi tutte donne.

Tra i sintomi che caratterizzano questa sindrome ci sono dolori addominale, nausea, perdita di appetito,  vomito, perdita di peso, sanguinamento o perforazione intestinale. Nei casi più gravi, la massa di capelli si accumula con il cibo ingerito fino a formare una palla che può provocare gravi conseguenze, tali da richiedere l’intervento chirurgico.

Un trattamento efficace per la sindrome di Rapunzel, è la terapia strategica breve, che attraverso dei precisi protocolli di intervento, si pone l’obiettivo di interrompere la dinamica che contribuito a trasformare il problema, in una compulsione basata sul piacere.

To Top