Truffa iPhone: te lo bloccano a distanza, poi ti chiedono 80 dollari per sbloccarlo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 luglio 2015 16:23 | Ultimo aggiornamento: 16 luglio 2015 16:24
Truffa USA: bloccano iPhone, poi chiedono 80$ per ripararlo

Truffa USA: bloccano iPhone, poi chiedono 80$ per ripararlo

ROMA – Ti bloccano l’iPhone a distanza, poi ti chiedono 80 dollari per sbloccarlo: questa è la nuova truffa che sta colpendo gli utenti Apple negli Stati Uniti e in Gran Bretagna. Funziona così: durante la navigazione l’iPhone si blocca e appare un messaggio con il numero di riferimento per l’assistenza. L’operatore chiede i dettagli della carta di credito per un pagamento (80 dollari, ovvero 50 sterline o 70 euro) con cui risolvere il problema- o tutti i dati sulla memoria interna saranno rubati.

La truffa è stata segnalata da nove mesi negli Stati Uniti ed i primi casi si sono verificati anche Gran Bretagna. Nel frattempo gli utenti hanno trovato la soluzione: mettere l’iPhone in modalità aereo, cancellare la cronologia e riaprire Safari.

Un portavoce della Apple ha dichiarato al Daily Mail: “Questa pagina di riferimento mostra come gli utenti iOS possano gestire le impostazioni di Safari per diminuire il rischio di truffa online”. In caso di dubbio, comunque, la soluzione è rivolgersi ai canali ufficiali della Apple (sito web, supporto telefonico: 800915904).

Ecco invece i consigli delle autorità inglesi per proteggere la propria privacy mentre navighiamo con uno smartphone:

  • essere consapevoli che per quanto comodo navigare dal proprio smartphone non è privo di rischi
  • bloccare sempre telefono e Sim con un codice
  • pensarci due volte prima di connettersi a reti Wi-fi sconosciute
  • non scaricare app da siti non ufficiali
  • se usate il cellulare in luoghi pubblici, fare attenzione che sconosciuti non guardino lo schermo
  • ricordare che ogni volta che scattate una foto viene registrato anche il luogo dello scatto