Trump, al Mar-a-Lago Club “caviale servito con cucchiaini di plastica e cracker tristi”

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 gennaio 2018 6:20 | Ultimo aggiornamento: 24 gennaio 2018 8:11
Trump-Mar-Lago-Club

Trump, al Mar-a-Lago Club “caviale servito con cucchiaini di plastica e cracker tristi” (foto Instagram)

MIAMI – A Palm Beach, in Florida, il Mar-a-Lago Club, parte della ‘Casa Bianca invernale’ del presidente Donald Trump, è ancora una volta nel mirino: gli ospiti mettono in ridicolo il ristorante per aver servito il caviale con cucchiaini di plastica e mini crackers dall’aspetto triste, il tutto dopo che tre mesi fa, a seguito di un’ispezione, era risultato carente dal punto di vista della sicurezza alimentare, avendo violato 15 norme, come riportato di recente in esclusiva dal Daily Mail.

“La presentazione del caviale mi ha sconvolto: con i cucchiaini di plastica e i cracker dall’aspetto triste”, ha detto uno dei presenti al DailyMail.com, chiedendo di non essere nominato nel timore che il suo ospite fosse espulso dall’esclusivo club per soci, che solo di tasse costa 200.000 dollari l’anno.

“Abbiamo chiesto: dov’è il resto?”. Lo sconcertato ospite ha detto che il pregiato caviale Ossetra costava 125 dollari e la cena per 4 persone circa 1.200.

Il caviale solitamente non viene servito con cucchiaini di metallo, per evitare di alterare il gusto, ma in madreperla. Caviale a parte, il commensale che ha scattato le foto, non ha avuto lamentele per il pasto e il servizio: a esser squallida era la presentazione del cibo.

La delusione dell’ospite arriva pochi giorni dopo la rivelazione del Daily Mail: il Mar-a-Lago è stato citato da ispettori per scarsa manutenzione. L’ala bed and breakfast della “Winter White House” di Trump per superare l’ispezione di qualche mese fa, aveva bisogno di riparazioni e nella cucina del club erano emerse diverse violazioni.

A novembre, un’ispezione nelle due principali cucine del club ha rilevato un totale di 15 violazioni.
Il club è stato controllato nuovamente il 17 novembre, una settimana prima del ritorno di Trump per le vacanze del Thanksgiving, e questa volta “ha rispettato gli standard”, secondo il rapporto di ispezione dello stato.