Tunisia, esplode bus guardie presidenziali: almeno 14 morti

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 Novembre 2015 19:26 | Ultimo aggiornamento: 24 Novembre 2015 19:27

TUNISI – Forte esplosione a Tunisi, nella centrale Avenue Mohamed V, nel pressi dell’ex sede del partito di Ben Ali RCD. A saltare in aria è stato un bus che trasportava uomini della guardia presidenziale. Stando ai primi riscontri i morti sarebbero almeno 14 e decine i feriti.

Dopo la deflagrazione il mezzo ha preso fuoco. L’intera zona centrale della capitale resta isolata e chiusa alla circolazione. Il luogo dello scoppio si trova tra l’altro in prossimità del ministero dell’Interno.

Il portavoce del ministero dell’Interno, Moez Sinaoui, raggiunto da France Press parla di un “attacco”. Al momento non ci sono rivendicazioni ma l’ipotesi di un attentato di natura terroristica resta plausibile. Sarebbe il terzo, dopo l’attacco del 18 marzo al Museo del Bardo, sempre nella capitale, e la strage sulla spiaggia di Sousse dello scorso 26 giugno, rivendicata dall’Isis.

A ottobre scorso era stato consegnato il Nobel per la Pace al National Dialogue Quartet tunisino per il suo contributo decisivo nella costruzione di una democrazia pluralistica dopo la cosiddetta rivoluzione dei gelsomini.