Tunisia – Sardegna a nuoto, Giovanni Brancato avvista uno squalo bianco

Pubblicato il 23 luglio 2010 19:50 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2010 19:50

Uno squalo bianco, lungo 4 metri e mezzo, avvistato ad una quindicina di metri di profondità nelle acque al largo delle coste tunisine è il primo “incontro importante” fatto da Giovanni Brancato, nella prima giornata della traversata transcontinentale a nuoto Tunisi- Sardegna.

Nessuna paura da parte dell’atleta-biologo cinquantatreenne, partito mercoledì mattina da Bizerte, nel continente africano, nel tentativo di raggiungere Villasimius e stabilire il record coprendo la distanza di 220 chilometri in sette giorni, con 272160 bracciate.

Il mare forza 3/4 tendente al 5 ha consigliato a Brancato di accontentarsi, per la prima tappa, di sole 19 miglia di nuotata in questa prima giornata d’impresa. Brancato nuoterà per dodici ore e per altre dodici si riposerà a bordo dell’imbarcazione sulla quale si trovano un’equipe medica, una tecnica e un rappresentante della Federazione Italiana Nuoto.

Brancato nel 2008 ha attraversato a nuoto il tratto di mare (143 chilometri) che separa la Corsica dalla Liguria.