Tunisia. Terroristi museo Bardo appartenevano a gruppo vicino a Isis

Pubblicato il 22 Marzo 2015 8:53 | Ultimo aggiornamento: 22 Marzo 2015 8:53
Lokman Abou Sakher

Lokman Abou Sakher

TUNISIA, TUNISI – I due terroristi uccisi dalle forze speciali tunisine durante il blitz al museo del Bardo farebbero parte del gruppo tunisino Katibat Okba Ibn Nafaa, diretto dall’algerino Lokman Abou Sakher, che – a quanto sembra – avrebbe dichiarato da pochi mesi fedeltà allo Stato Islamico (Isis), dopo essere stato legato ad Al Qaeda Maghreb.

E’ quanto emerge dalle prime indagini degli inquirenti tunisini secondo i media locali. Il grupo Katibat Okba Ibn Nafaa, distintosi in passato per azioni particolarmente violente contro le forze armate come quella del luglio 2013, che costò la vita a nove soldati, e quella del luglio 2014 dal bilancio tragico di 14 soldati morti e 23 feriti, fa capo a Lokman Abou Sakher con cui i due avrebbero avuto contatti prima dell’attentato e da cui avrebbero avuto le armi pesanti per l’attacco.

Il gruppo tunisino, che si avvale anche di elementi algerini, opera principalmente nei pressi del monte Chaambi, nel governatorato di Kassserine.