Archeologi turchi trovano la città del profeta Abramo a Oylum

Pubblicato il 5 settembre 2014 13:44 | Ultimo aggiornamento: 5 settembre 2014 13:44
Raffigurazione profeta Abramo

Raffigurazione profeta Abramo

TURCHIA, ANKARA – Un’equipe di archeologi turchi ritiene di avere trovato a Oylum, nella provincia di Kilis, vicino al confine con la Siria, la città nella quale viveva il profeta Abramo. Lo riferisce la stampa di Ankara. Secondo il direttore degli scavi, Atilla Engin, dell’Università Cumhuriyet, sono state trovate “tracce” della presenza di Abramo nell’insediamento, che potrebbe corrispondere all’antica città di Ullis.

“Stando a una pergamena dell’Età del Ferro, la città che abbiamo trovato è quella in cui viveva il profeta Abramo” ha detto Engin all’agenzia Anadolu. L’archeologo ha anche precisato che negli scavi sono state trovate 134 monete che farebbero parte del tesoro di Alessandro Magno.

Secondo Engin, l’insediamento è uno dei più importanti rinvenuti in Turchia. Abramo èèconsiderato il primo patriarca dell’ebraismo, del cristianesimo e dell’islam ed è venerato dalle tre grandi religioni monoteiste.

Da tre anni la provincia di Kilis è una delle più ‘calde’ della Turchia meridionale. Ospita decine di migliaia di rifugiati siriani ed è stata, secondo l’opposizione turca, una base arretrata in Turchia per i miliziani anti-Assad.