Turchia, madre muore insieme al kamikaze per salvare i figli

Pubblicato il 4 Novembre 2011 13:23 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2011 13:24

Hatice Belgin

ANKARA, 4 NOV – Ha cercato di bloccare una kamikaze per salvare i suoi. E’ saltata in aria insieme a lei, evitando una strage. E’ stata l’ultima azione di Hatice Belgin, madre turca di quattro figli.

Sabato pomeriggio Hatice era a passeggio con tre dei suoi quattro figli, di 16, 14 e 11 anni. La famiglia girava per negozi a Bingol, a sud-est della Turchia, quando Hatice è stata insospettita da una donna che veniva loro incontro.

A pochi passi dalla sede di un partito, nella zona commerciale di Bingol, Hatice avrebbe forse notato, secondo il racconto della figlia, che la donna sul sentiero nascondeva qualcosa, probabilmente un ordigno.

Secondo i testimoni che si trovavano in zona, Hatice sarebbe andata incontro alla donna per cercare di prenderle l’ordigno. A quel punto la donna ha messo le mani sulla carica. Hatice, accorgendosene, l’avrebbe supplicata: “Non lo fare”.

Ma la ragazza non su è fatta convincere. Ha fatto detonare la bomba. Hatice e un’altra persona sono rimaste uccise. Altre ventuno sono state ferite. Ma se Hatice non fosse stata così coraggiosa il bilancio sarebbe stato di gran lunga peggiore.

Ora la Turchia si gloria di questo esempio di coraggio femminile anti-terroristico. Le autorità, che non hanno ancora chiuso le indagini, ritengono che Hatice Belgin, abbia evitato una strage. Secondo loro, l’attentato sarebbe da attribuire ai separatisti curdi del Pkk, non nuova all’uso di donne kamikaze: tra gli indipendentisti curdi le donne rappresentano il 10 per cento dei guerriglieri, e trenta di loro sono morte come kamikaze.