Ucraina, in vigore il cessate il fuoco. Poroshenko: “Ultima chance per la pace”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 febbraio 2015 8:09 | Ultimo aggiornamento: 15 febbraio 2015 8:09
Ucraina, in vigore il cessate il fuoco. Poroshenko: "Ultima chance per la pace" (foto Ansa)

Ucraina, in vigore il cessate il fuoco. Poroshenko: “Ultima chance per la pace” (foto Ansa)

KIEV – In Ucraina è entrato in vigore il cessate il fuoco tra il governo di Kiev e i separatisti filorussi: dalle 23, ora italiana, di sabato 14 febbraio le armi tacciono. Alla fatidica scadenza si è arrivati con 120 attacchi nelle ultime 24 ore a causa dell’offensiva dei separatisti filorussi nell’est del Paese.

La vigilia è stata avvelenata pure dall’escalation di recriminazioni e sospetti: il presidente ucraino Petro Poroshenko si è richiamato alle informazioni dei suoi partner occidentali per denunciare non solo la presenza di artiglieria russa a Debaltsevo ma anche la concentrazione di nuove forniture belliche russe al confine, mentre Mosca si diceva ”fortemente preoccupata” dai tentativi di Kiev e dell’Occidente di ”distorcere” gli accordi di Minsk 2 e di “mettere in dubbio l’applicazione delle disposizioni del documento”. Poroshenko ha avuto poi una conference call con Angela Merkel e Francois Hollande, con cui ha condiviso la “preoccupazione per la situazione a Debaltsevo” – ribadita fino a dopo l’inizio ufficiale della tregua – e l’appello a tutte le parti, ”inclusa la Russia”, a rispettare i loro impegni.

Il Cremlino ha proposto dal canto suo di suggellare gli accordi di Minsk con il sostegno del consiglio di sicurezza dell’Onu dove ha presentato una bozza di risoluzione. Mentre più tardi anche Vladimir Putin ha sentito Merkel e Hollande per ribadire l’impegno per il rispetto delle intese e fissare per domenica una conversazione a quattro, allargata a Petro Poroshenko, destinata a fare il punto sul cessate il fuoco. Poroshenko si è detto in ogni modo pronto a introdurre la legge marziale in caso di fallimento della tregua e intanto si è rivolto a Barack Obama: i due leader hanno raggiunto per telefono un accordo ”sull’ulteriore coordinamento degli sforzi in caso di escalation” del conflitto, come ha riferito da Kiev il portavoce Svyatoslav Tseholko e ha più tardi confermato la Casa Bianca.

Poi, alla mezzanotte locale, il presidente ucraino si è presentato in uniforme in diretta tv per ufficializzare l’ordine di cessate il fuoco ai suoi, ma anche per ammonire che si tratta “dell’ultima chance per una soluzione pacifica” del conflitto nel Donbass. Avvertendo che Mosca dovrà mostrare la “volontà politica” di confermarsi garante delle intese di Minsk.