Voleva uccidere Obama. Uzbeko condannato a 15 anni di prigione

Pubblicato il 13 luglio 2012 23:19 | Ultimo aggiornamento: 14 luglio 2012 1:01
Barack Obama e Ulugbek Kodirov

Il presidente Usa, Barack Obama              In alto a destra Ulugbek Kodirov

BIRMINGHAM (ALABAMA, STATI UNITI) – Ulugbek Kodirov, l’uzbeko che voleva uccidere il presidente americano Barack Obama, è stato condannato a 15 anni di prigione. L’uomo, un infermiere di 22 anni, si era trasferito a New York prima e in Alabama poi: godeva di un visto per studenti ma non si era mai iscritto in nessuna scuola una volta approdato sul suolo americano.

Per il procuratore dello Stato dell’Alabama, dove è stato processato Kodirov è stato in qualche modo “vittima dei social media”: l’imputato, spiega, conosceva pochissime parole d’inglese e passava diverso tempo in rete coi suoi connazionali. Tra loro, alcuni estremisti islamici, lo avrebbero indottrinato e convinto ad organizzare l’attentato che doveva svolgersi durante la campagna elettorale per le presidenziali del 2012.

Kodirov si era convinto che “gli americani stessero uccidendo la sua gente a sangue freddo”. Ma un informatore dei servizi segreti lo avrebbe accompagnato un anno fa ad acquistare un fucile e quattro granate. Colto in flagranza di reato l’uomo è stato arrestato e in seguito condannato. Il procuratore ribadisce: “Kodirov non è un terrorista brutto e cattivo ma nemmeno una vittima. Semmai un esempio di come un giovane possa venire radicalizzato dalla propaganda su internet”.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other