Uragano Dorian diventa forza 5 e si abbatte sulle Bahamas. Forse evita la Florida

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 Settembre 2019 19:21 | Ultimo aggiornamento: 2 Settembre 2019 10:12
Uragano Dorian diventa forza 5 e si abbatte sulle Bahamas. Forse evita la Florida

L’uragano Dorian sulle Bahamas (Foto Ansa)

NEW YORK – Dorian diventa forza 5 (la categoria massima) e si abbatte con tutta la sua furia sulle Bahamas. L’uragano, con venti fino a 290 chilometri all’ora e piogge torrenziali, il più forte dall’inizio dell’anno registrato in tutto il pianeta, tocca terra nelle isole e le travolge. Le autorità americane seguono da vicino gli sviluppi: la prossima meta di Dorian è infatti la costa est degli Stati Uniti, con quattro se non cinque Stati nel mirino dell’uragano che, continuando a cambiare direzione, è sempre più imprevedibile.

“Dorian sembra essere uno degli uragani maggiori di sempre”, è “molto potente”, dice Donald Trump, invitando i residenti di Florida, North e South Carolina, Georgia e Alabama alla massima cautela e a seguire gli ordini delle autorità. “Cercate immediatamente riparo” è l’appello lanciato dal National Hurricane Center ai residenti delle Bahamas, alle prese con l’uragano che – avvertono – potrebbe causare danni devastanti, “catastrofici”, per le piogge torrenziali e inondazioni che porterà con sé.

A preoccupare è la lentezza con cui Dorian si muove, che lo rende ancora più pericoloso perché potrebbe scaricare la sua furia sulle Bahamas per almeno 24 ore. Le chiese e le scuole sono state adibite a rifugio e ospitano migliaia di residenti. Hanno trovato riparo anche i turisti vacanzieri di fine agosto, costretti a lasciare i resort, ormai tutti chiusi.

In Florida i preparativi per Dorian proseguono serrati, anche se le ultime rilevazioni mostrano come lo Stato potrebbe scampare al peggio. Non è infatti atteso l’impatto diretto con la terra, ma Dorian non mancherà comunque di causare problemi alla costa atlantica dello Stato con i suoi venti e le sue piogge. Evacuazioni obbligatorie sono state ordinate per alcune aree costiere, inclusa Mar a Lago, il resort di Donald Trump conosciuto come la Casa Bianca d’inverno.

Nel parco giochi di Disney a Orlando l’attività procede invece regolarmente: la struttura è aperta e invasa da turisti che non hanno voluto rinunciare alla vacanza nel fine settimana lungo del Labor Day. L’unico centro Disney chiuso in via precauzionale in Florida è al momento il Blizzard Beach Water Park.

Il North e il South Carolina hanno dichiarato lo stato d’emergenza. E lo stesso ha fatto la Georgia per 36 contee. “Data l’imprevedibilità di Dorian dobbiamo prepararci a ogni possibile scenario” afferma il governatore del South Carolina, Henry McMaster. Milioni di americani guardano ora alle Bahamas e rimangono col fiato sospeso, seguendo i bollettini del National Hurricane Center, sperando per il meglio – come si dice – ma preparandosi per il peggio.

Fonte: Ansa