Uragano Joaquin. E’ affondato il cargo Usa con 33 a bordo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Ottobre 2015 9:01 | Ultimo aggiornamento: 6 Ottobre 2015 10:34
Inondazioni provocate da Joaquin

Inondazioni provocate da Joaquin

USA, NEW YORK – E’ affondato il cargo Usa con 33 persone a bordo, disperso da cinque giorni al largo delle Bahamas dopo il passaggio dell’uragano Joaquin. E’ stata la Guardia Costiera americana a dare l’annuncio della fine delle ricerche, mentre resta in piedi l’operazione per individuare eventuali sopravvissuti, anche se le speranze si fanno sempre più flebili. Se vuoi vedere la mappa con gli spostamenti dell’uragano clicca qui.

E oltre alla tragedia in mare,è stato fissato a nove il bilancio delle vittime del passaggio di Joaquin sulla South Carolina.

Le autorità hanno avvertito i famigliari dell’equipaggio del cargo ‘El Faro’: dopo cinque giorni di intense ricerche è stato localizzato un corpo in mare ma non sono stati ancora in grado di recuperarlo e identificarlo a causa dei forti venti che sferzano la zona. Elicotteri e altre navi rimangono impegnati nelle ricerche, ha detto il capitano della Guardia Costiera, Mark Fedor, ma le probabilità di ritrovare i marinai, 28 americani e 5 polacchi, ancora vivi diminuisce di ora in ora.

La Guardia Costiera ha già ritrovato alcuni giubbotti di salvataggio e due scialuppe, una delle quali danneggiata, ma dei marinai nessuna traccia. La nave ‘El Faro’ era partita martedì scorso da Jacksonville, Florida, diretta a San Juan, Puerto Rico. Dopo due giorni di navigazione, il cargo si è ritrovato in mezzo alla tempesta dopo il passaggio dell’uragano Joaquin che ha sferzato le Bahamas con venti a 140km all’ora, prima di diminuire di intensità e dirigersi verso le Bermuda.

Giovedì, il proprietario del cargo ha fatto sapere di aver perso i contatti con l’equipaggio dopo aver ricevuto una segnalazione di una perdita di propulsione del natante, che stava imbarcando acqua, anche se in maniera contenuta. Il giorno dopo, la Guardia Costiera americana ha avviato le operazioni di soccorso con l’utilizzo di un elicottero nella zona.

Quanto alla South Carolina colpita da piogge così intense da non risultare negli annali, il governatore Nikki Haley ha detto di aver ricevuto una chiamata del presidente Obama il quale gli ha espresso la sua solidarietà per il disastro che ha colpito lo stato. Haley ha inoltre invitato tutti a stare lontani dalle strade. Migliaia di agenti sono impegnati nelle operazioni di sicurezza. Tutte le strade e i ponti devono essere ispezionati per verificarne l’idoneità strutturale. E per martedi è prevista altra pioggia.

L’uragano si rafforza e diventa una ”estremamente pericolosa” Categoria 4. Gli Stati Uniti si stanno preparando al suo eventuale arrivo, con un monitoraggio costante del suo movimento. Il presidente Obama, e’ stato informato e segue gli sviluppi.