Usa. I 20 anni di eBay, da puntatore laser a colosso

Pubblicato il 3 settembre 2015 18:20 | Ultimo aggiornamento: 3 settembre 2015 18:20
Il quartier generale di eBay

Il quartier generale di eBay

USA, SAN JOSE – Un puntatore laser rotto venduto per 14,83 dollari. E’ iniziata così, nel settembre del 1995, a San Jose, California, l’avventura di eBay, il gigante del web fondato dal programmatore di computer Pierre Omidyar dal suo salotto di casa con il nome di AuctionWeb.

Da allora e’ stata un’ascesa e un cambiamento continuo. L’ultima tappa la separazione da PayPal, la sua piattaforma di pagamenti, per cercare di tenere il passo con Apple e Alibaba.

Il gigante dell’e-commerce cinese lo sfida infatti a tutto campo, proponendosi come il maggiore rivale. AuctionWeb ha lasciato il posto a eBay nel 1997. Ma il nome doveva essere diverso: Omidyar infatti voleva registrarlo come echobay.com, nome pero’ gia’ preso da Echo Bay Mines e cosi’ e’ stata opzionata la seconda scelta, eBay.com.

Nei suoi primi 20 anni di vita, eBay ha venduto milioni di oggetti ed e’ passata da un dipendente, il primo e’ stato Jeffrey Skoll, a oltre 140.000: un colosso con un quartier generale che riflette le categorie degli oggetti in vendita sul sito. I vari edifici che lo compongono infatti hanno il nome di gioielli, motori, sport, musica, tecnologia, ovvero le categorie del vendite.

Online tramite eBay e’ possibile trovare di tutto, anche intere citta’. Uno degli oggetti piu’ costosi venduti su eBay e’ stato un Gulfstream II Jet, ceduto nel 2001 per 4,9 milioni di dollari. Ma eBay e’ salita alle cronache anche per essere stata la prima societa’ a offrire tweet live per i suoi conti trimestrali: l’idea e’ stata del blogger della societa’, Richard Brewer-Hay, che ha twittato con l’hashtag #eBayQ210 i risultati del secondo trimestre del 2010.

La crescita di eBay nel corso degli anni e’ stata fatta anche con acquisizioni. Al colosso faceva capo anche Skype, acquistata nel 2005 e venduta nel 2011 a Microsoft per 8,5 miliardi di dollari. PayPal e’ stata l’altra rivoluzione: la piattaforma di pagamenti e’ divenuta centrale nell’attivita’ di eBay e il recente spin off l’ha infatti penalizzata, costandole una serie di downgrade perche’ PayPal era vista come il motore di crescita di eBay.