Cronaca Mondo

Usa, aprì la porta a un clown che le sparò in faccia: dopo 27 anni scoperto il killer

Sheila Keen Warren

Sheila Keen Warren

MIAMI – Svolta nell’omicidio irrisolto di Wellington, Florida, quando nel maggio 1990 una donna vestita da clown suonò al campanello di Marlene Warren, 40,  uccidendola con un colpo di pistola sul volto.

Sheila Keen Warren, ora la seconda moglie del marito di Marlene, è stata arrestata per omicidio di primo grado con un’arma da fuoco. “Abbiamo impiegato migliaia di ore negli ultimi 27 anni, siamo più che felici di poter annunciare che il caso è chiuso” ha riferito lo sceriffo di Washington, Fred Newman.

La donna era già finita nella lista dei sospetti, ma le prove contro di lei non erano sufficienti per arrestarla. La svolta è avvenuta nel 2014, con la riapertura del caso, grazie all’ausilio di nuove tecnologie che hanno permesso agli investigatori di testare nuovamente le tracce di DNA.

“Questo è il caso più strano che mi sia capitato in 19 anni di servizio” ha detto Bob Ferrell, all’epoca portavoce della polizia di Palm beach.

“La Warren andò ad aprire la porta e trovò un clown con dei fiori e  palloncini. Non appena ha allungato la mano per prendere i regali, il clown le ha sparato sul volto” ha proseguito.

Inizialmente, l’indagato numero uno era stato proprio Michael Warren, marito della vittima, arrestato nel 1992 per manomissione di contachilometri e furto.

Al momento dell’arresto, l’uomo era con la seconda moglie. Gli investigatori vennero informati solo 4 mesi dopo l’omicidio sulla tresca tra Michael Warren e Sheila Keen, che ora verrà estradata dalla Florida.

To Top