Usa, Barack Obama taglia del 30% le emissioni entro 2030

di redazione Blitz
Pubblicato il 2 Giugno 2014 19:58 | Ultimo aggiornamento: 2 Giugno 2014 19:59
Barack Obama (Lapresse)

Barack Obama (Lapresse)

WASHINGTON – Le centrali elettriche americane dovranno ridurre le loro emissioni di gas inquinanti del 30% entro il 2030, rispetto ai livelli del 2005. Lo ha stabilito per decreto l’amministrazione Obama, che su questo tema così delicato di fatto ha scavalcato il Congresso e quindi il dissenso repubblicano. Una decisione con cui il presidente punta a rilanciare la leadership americana nella lotta all’effetto serra e quindi al cambiamento climatico. 

La notizia era stata anticipata dal Wall Street Journal che, citando alcune fonti, aveva sottolineato che si tratta della norma più importante dell’agenda del presidente Obama contro il cambiamento climatico. La nuova regola dell’Epa, che sarà completata entro un anno, concederà flessibilità ai singoli Stati, che dovranno però attuarla entro il giugno 2016. Gli Stati potranno decidere come centrare l’obiettivo di riduzione delle emissioni.