Usa. ”Bodyman” e ”Bodyguard” di Obama lascia la Casa Bianca

Pubblicato il 10 Novembre 2011 19:54 | Ultimo aggiornamento: 10 Novembre 2011 19:55

Reggie Love

WASHINGTON, STATI UNITI – Lo ”shadow man”, l’ uomo-ombra di Barack Obama, il’ ‘bodyman” e bodyguard che non lascia mai il presidente degli Stati Uniti, che gli fa da assistente personale, guardia del corpo e compagno di tiri di basket, sta per abbandonare la Casa Bianca. Lo riferisce il Washington Post e lo confermano anche le principali tv statunitensi.

Trent’anni, un metro e novantadue di altezza, ex cestista, sorriso gioviale, figura onnipresente e amatissima nello staff presidenziale, Reggie Love ha fatto sapere che se ne andra’ entro la fine dell’anno, a pochi mesi dall’ election day, quello in cui Obama si giochera’ il secondo mandato ai primi di novembre. Reggie se ne va quindi in una fase delicata, e il suo addio per ora non e’ stato seguito da alcun commento ufficiale della Casa Bianca.

Anche perche’ al momento non se ne conoscono i motivi. Obama ha descritto piu’ volte Reggie Love come ”colui che mi mantiene puntuale”, ”un fratellino piu’ piccolo”: ma il ruolo di Love – entrato giovanissimo nello staff di Obama quando il presidente era ancora senatore – si e’ evoluto negli anni. Da ‘bodyman’ che porge la giacca al presidente prima di ogni incontro ufficiale e gli porta il blackberry, Love e’ diventato il personaggio chiave per avere accesso al primo cittadino americano.

Laureato in scienze politiche, ex giocatore di basket per i ”Blue Devils” della Duke University, Reggie Love e’ l’ultimo in ordine di tempo dei ”bodyman” Usa: una figura unica di aiutante personalissimo dell’inquilino della Casa Bianca, nata con il presidente George Washington che porto’ con se’ un giovane dal nome Tobias Lear.