Usa. Bronx, passante 61 anni ucciso per sbaglio da agente

Pubblicato il 29 Agosto 2015 18:46 | Ultimo aggiornamento: 29 Agosto 2015 18:46
Poliziotti sul luogo dell'incidente

Poliziotti sul luogo dell’incidente

USA, NEW YORK – Sparatoria nel Bronx, a New York, dove un passante e’ morto raggiunto per sbaglio dai colpi esplosi da un agente durante un’operazione sotto copertura. Operazione andata storta, visto che a rimetterci e’ stato un uomo di 61 anni raggiunto due volte al torace dai proiettili.

Nulla da fare per lui, mentre il vero obiettivo degli spari, un uomo di 37 anni trafficante di armi, e’ rimasto gravemente ferito.

I testimoni raccontano quella che descrivono come una vera e propria tempesta di fuoco sviluppatasi in pochi secondi creando panico tra i passanti, con almeno 12 colpi esplosi dal poliziotto in borghese.

“Impossibile mettersi al riparo – racconta qualcuno – non si capiva da dove arrivassero i colpi”. Un’inchiesta accerterà come sono andate realmente le cose, ma inevitabilmente monta ancora una volta la polemica sulla facilita’ con cui gli agenti newyorchesi sembrano ricorrere alle loro pistole anche in situazioni dove la presenza di persone consiglierebbe maggiore cautela.