Usa. Chicago ultra-violenta: weekend, ucciso ragazzo 13 anni, altri 7 feriti

Pubblicato il 28 Luglio 2014 15:12 | Ultimo aggiornamento: 28 Luglio 2014 15:12

shootUSA, CHICAGO – Chicago, la violenza dilaga senza soste. La citta’ che nel 2012 si e’ aggiudicata il triste primato di quella con il piu’ alto numero di omicidi in America (piu’ di 500), continua ad essere al centro della cronaca nera dopo l’ennesimo weekend segnato da sparatorie mortali. Sparatorie che ancora una volta coinvolgono minori. In meno di 24 ore, un ragazzo di 13 anni e’ morto e altri 7 sono rimasti feriti, tra cui un bimbo di 3 anni, dopo essere stati coinvolti in due conflitti a fuoco avvenuti nella citta’.

La prima sparatoria si e’ verificata nel quartiere di Lawndale: Samuel Walker si trovava davanti ad un negozio di alimentari quando e’ stato colpito da una pallottola sparata da un’auto in corsa. Il ragazzino, centrato alla testa, e’ morto sul colpo. Altri sei giovani, tre di 14 anni, un 15enne, un ragazzo di 25 e una ragazza di 21, sono rimasti feriti, quest’ultima in gravi condizioni. Al momento, la polizia non e’ in grado di fornire un movente sull’accaduto. La seconda sparatoria e’ avvenuta poche ore dopo: un bimbo di tre anni e’ rimasto ferito gravemente da una pallottola vagante mentre si trovava al Brighton Park di Chicago con la madre e un altro amico.

In base a una prima ricostruzione, i tre sono stati avvicinati da un gruppo di 3 persone – due donne e un uomo – che poi si sono allontanati. All’improvviso, l’uomo ha tirato fuori una pistola e ha aperto il fuoco colpendo il bambino all’addome e al fianco. La polizia indaga su un possibile regolamento di conti fra gang. Questi due ennesimi episodi di violenza sono avvenuti poche ore dopo il lancio dell’iniziativa ‘Chicago Stand up’, avviata dal cestista dei Chicago Bulls, Joakim Noha, per combattere la violenza in citta’.

Sul tema e’ intervenuto anche il sindaco, Rahm Emanuel, che nei giorni scorsi ha convocato una riunione d’emergenza, coinvolgendo anche i cittadini in una serie di iniziative contro la criminalita’. La riunione si e’ tenuta dopo che il weekend scorso una bambina di 11 anni era morta colpita da una pallottola vagante mentre era a casa di un’amica. E ancora, nel lungo fine settimana per la festa dell’indipendenza, 9 persone sono morte e altri 60 sono rimaste ferite in diverse sparatorie avvenute nel giro di 48 ore in citta’. Due anni fa, Chicago e diventata la citta’ con piu’ omicidi d’America, battendo per la prima volta New York, che ha il triplo di abitanti.